Safari in Tanzania: consigli utili per un viaggio perfetto
Curiosità, Viaggio con amici  8 Ottobre 2019

Avete mai pensato di partire per un safari in Tanzania? Il termine “Safari” trae origine dalla lingua swahili e significa “viaggio”. Ma, prestando attenzione ai racconti di chiunque abbia intrapreso un safari in prima persona, si comprende che questo non è solo “un” viaggio come tanti. Questo è “IL” viaggio.

Il viaggio che molti sognano sin dall’infanzia; il viaggio che ammalia ogni turista facendolo innamorare perdutamente dell’Africa; il viaggio che unisce avventura e panorami mozzafiato e che regala al viaggiatore ricordi ed avventure indelebili. Spesso, però, la poesia di questi posti magici fa perdere di vista gli aspetti più pratici che vanno invece seriamente presi in considerazione quando si affronta un safari in Tanzania. Ecco dunque alcuni consigli per partire attrezzati e preparati.

Innanzitutto c’è da sapere che i safari si svolgono solitamente all’alba ed al tramonto, in quanto sono queste le ore in cui aumenta la probabilità di incontrare e di poter fotografare gli animali della savana. Perciò sarà necessario puntare la sveglia per non rischiare di perdere il giro del mattino! La sera, poi, le temperature tendono a calare molto, perciò ricordatevi di vestirvi “a cipolla”, in modo da potervi scoprire durante le ore più calde del giorno e ripararvi dal freddo quando la temperatura scende. Prima di partire per un safari in Tanzania, tenete conto che i vestiti dovranno essere preferibilmente in tessuti comodi e naturali come lino, canapa e cotone, e di colori chiari e neutri (beige, marrone, ocra, sabbia, panna) per non attirare troppo l’attenzione sia dei grossi mammiferi sia degli insetti. Per non diventare il menù preferito delle zanzare locali, meglio munirsi di potenti repellenti.

Come copricapo si consiglia un cappellino con visiera, un foulard o una bandana, ma l’importante è che ci sia sempre qualcosa che ripari la testa dai raggi del sole cocente. Gli occhi vanno riparati indossando occhiali da sole validi, mentre chi è abituato a portare le lenti a contatto farebbe meglio a sostituirle per tutta la durata del viaggio con degli occhiali da vista per evitare dolorosi imprevisti causati dalla polvere che si solleverà inevitabilmente durante le corse in 4X4 all’inseguimento del mammifero di turno. Per affrontare un safari in Tanzania non dimenticate poi di mettere in valigia una crema solare con protezione elevata, per prevenire le scottature, e creme idratanti e salviettine umidificate per proteggere la vostra pelle dalla disidratazione.

Per affrontare eventuali trekking indossate scarpe tecniche o da ginnastica, purché siano comode; potrete poi rilassarvi durante gli spostamenti sostituendole con un paio di ciabattine. Quando vi accingete a partire per un safari in Tanzania, non portate con voi una quantità eccessiva di cambi, però mettete in valigia un po’ di tutto: pantaloni lunghi e corti, magliette leggere e felpe pesanti, senza scordare un utile giubbino antivento ed un pigiama pesante per la notte.

Per immortalare gli scenari mozzafiato che più vi emozioneranno, occorrerà tenere sempre a portata di mano una buona macchina fotografica. Quando poi vorrete osservare o effettuare delle buone riprese della fauna locale, evitate di avvicinarvi troppo alla belva di turno (non potete sapere se ha già consumato il pasto principale della giornata…) e prediligete invece un binocolo ed un potente teleobiettivo. Insieme ai vostri dispositivi elettronici, portate anche una spina universale, diverse memory cards ed alcuni sacchetti di plastica per proteggerli dalla polvere. Allo stesso scopo, dato che i safari si svolgono spesso a bordo di una jeep sul cui tetto vengono caricati i bagagli, dotatevi di un telo o un sacco di plastica per proteggerli appunto dalla polvere o da eventuali acquazzoni. Il bagaglio in questione dovrà essere un borsone, possibilmente morbido ma capiente, in cui potrete riporre cambi di abbigliamento, di scarpe e tutto il necessario. Cercate comunque di non riempirlo troppo nel caso siano previsti nell’itinerario spostamenti interni con velivoli (si tratta di mezzi non in grado di trasportare pesi eccessivi).

Portate con voi un marsupio e uno zainetto con tutto ciò che è meglio avere a portata di mano: una lucina frontale per i safari notturni, eventuali farmaci ed un kit medico di primo soccorso, una borraccia d’acqua fresca per refrigerarvi, e magari un manuale tascabile su flora e fauna locali o sulle stelle che si possono ammirare durante la notte (il cielo in quei luoghi è spettacolare per la sua nitidezza).

Un’ultima raccomandazione: affrontate il safari in Tanzania in modo maturo e consapevole. Prima di partire informatevi su tutto quanto vi potrà servire durante il viaggio ma, soprattutto, evitate il “fai da te”. Si tratta di una tipologia di viaggio che va affrontata con una guida esperta ed organizzata affidandosi ad un’agenzia di viaggi competente che sappia a quali referenti locali rivolgersi e che sia in grado di dare i giusti consigli.

Avete già visitato la nuova sezione Speciale Tanzania sul nostro sito? Vi potrete trovare diverse proposte di viaggio ed acquistare comodamente un pacchetto tra quelli proposti o, in alternativa, contattateci per costruire con noi un safari in Tanzania “tailor-made” totalmente modellato sulle vostre esigenze!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *